Ravenna, casa a soqquadro. I ladri mangiano e brindano col prosecco

RAVENNA. Hanno trovato anche il tempo di stappare lo spumante e versarlo nei calici da brindisi. Un “cin cin” per mandare giù il cibo appena consumato a sbafo, prima di andarsene con un bottino di un centinaio di euro e una scia di danni di gran lunga superiore.

È questo lo scenario apparso agli occhi dei proprietari di un’abitazione di via Amorati, nel quartiere Zalamella. Il furto è avvenuto nella notte tra sabato e domenica ed è stato segnalato nella rete Ravenna Sos Sicurezza, mentre parallelamente sono state avvisate le forze dell’ordine per denunciare il furto.

Casa a soqquadro

Vetri infranti, cassetti aperti e svuotati spargendo il contenuto e gli oggetti non preziosi un po’ per tutta casa. I malviventi sono entrati probabilmente mandando in frantumi il vetro di una finestra, mentre i proprietari non erano in casa.

In quelle stanze vivevano due coniugi di 96 e 88 anni, che fortunatamente al momento dell’effrazione non erano presenti. Quando il figlio e i due anziani sono rincasati sono rimasti scioccati dal sottosopra lasciato dai malviventi. Nel disordine, hanno anche notato che avevano trovato il tempo per stappare una bottiglia di prosecco e versarlo in due calici adatti per berlo. Evidenti anche le tracce di cibo, segno che prima di andarsene gli intrusi ne hanno anche approfittato per mangiare quanto trovato in cucina.

Magro il bottino, circa un centinaio di euro rinvenuti frugando ogni angolo della casa.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui