Con la crisi della Cmc, a Ravenna ritardi nei lavori per il mercato coperto

RAVENNA. La crisi di Cmc ha rallentato i lavori di riqualificazione del mercato comunale di Ravenna. Che comunque riaprirà i battenti tra maggio e agosto prossimi. A portare la questione oggi in Consiglio comunale, attraverso un question time, è il capogruppo di Forza Italia Alberto Ancarani. Che sottolinea come in precedenza si negasse che le difficoltà del colosso cooperativo delle costruzione fossero tra le cause dei ritardi del cantiere, aperto a fine del precedente mandato. “La situazione concordataria di Cmc – ammette l’assessore alle attività produttive Massimo Cameliani – ha prodotto qualche ritardo. E dunque conseguenze sulla fine lavori”.

Comunque, assicura Coop Alleanza 3.0, il consorzio Integra e Cmc “si sono adoperate per la continuità del cantiere, che si è sempre mantenuto attivo, anche a dicembre e gennaio, seppur in forma ridotta”. La prosecuzione dei lavori ripartirà dai primi giorni di febbraio “per recuperare i ritardi degli ultimi due mesi”. L’ipotesi di apertura del mercato coperto è entro l’estate, “tra maggio e agosto”.

C’è la volontà da parte di Casa Spadoni, che gestirà la parte gastronomica, di “proseguire nell’attività” mentre al Sigep di Rimini sono tra l’altro esposti i mobili per l’allestimento. “Non mancano molti lavori – conclude Cameliani – un mese e mezzo, due al massimo, la gran parte è fatta”. “Non c’e’ una data concreta”, replica Ancarani, che lancia una sfida per i social: “Non so se aprirà prima la Ravegnana o il mercato coperto”.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui