Ravenna, faida familiare dopo lite tra ragazzi al parco, in 5 a processo

RAVENNA. Tutto era iniziato con una lite tra bambini al parco, ma ben presto si era tramutata in una lotta furibonda tra famiglie a suon di furti, danneggiamenti e bastonate. Ieri mattina il giudice per l’udienza preliminare Janos Barlotti ha rinviato a giudizio le cinque persone coinvolte. Si tratta dei genitori dei due bambini: un tunisino 41enne imputato per lesioni personali aggravate e violenza privata (difeso dall’avvocato Wilmer Naldi), e un 47enne di Carraie imputato anche lui per lesioni personali aggravate e difeso dal legale Mirko Morganti. A loro si aggiungono poi amici e familiari di uno dei piccoli: si tratta della madre (accusata di lesioni personali, minacce e ingiuria) di uno dei fratelli (accusato di procurato allarme) e di un amico (accusato di danneggiamenti e difeso dall’avvocato Gian Luigi Manaresi).

Tutti i dettagli nel Corriere Romagna in edicola. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui