Terremoto Ravenna, nel 1620 il sisma più potente

RAVENNA. Nonostante sia stato, come indicato dal Comune, il sisma più forte degli ultimi 30 anni (4.6 contro i 4,5 di magnitudo di quello registrato nel giugno del 2012), in passato nel Ravennate si sono verificati terremoti molto più forti. Lo spiega l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia sulla base della storia sismica della città. “La sismicità storica dell’area non riporta eventi significativi dove si è verificata la scossa, ma nelle aree circostanti si sono avuti terremoti superiori a magnitudo 5 – si legge sul sito istituzionale – ma osservandola si nota che sono riportati diversi terremoti che hanno prodotto intensità macrosismiche al sito pari o superiori al 6 grado Mcs, quindi al di sopra della soglia che produce danno agli edifici. La massima intensità storica, pari al 7-8 grado, si è avuta in occasione del terremoto del 22 giugno 1620”.

Eppure la scossa di stanotte è stata sentita da Trieste ad Ancona. “A causa della profondità del terremoto – spiegano gli scienziati – il sisma è stato avvertito su un’area molto vasta, come riportano i molti utenti sui nostri canali social”. E nonostante il comune di Cervia rientri in zona 2, ad alto rischio, e quello di Ravenna in 3, a medio rischio, l’istituto ritiene la zona “ad alta pericolosità sismica”.

 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui