CERVIA. Bilancio positivo a Cervia per il primo anno di applicazione della tassa di soggiorno. Solo 5 le strutture ricettive che non hanno provveduto, a diverso titolo, agli adempimenti in relazione all’imposta. Nei loro confronti, a seguito dell’attività di controllo congiunta tra Comune e Guardia di Finanza, sono partite le prime denunce alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica.

Soddisfatto il sindaco Luca Coffari che giudica “ottima la collaborazione degli albergatori e dei turisti” rimarcando come “tutti i proventi incassati andranno per cura del territorio costiero, sicurezza, promozione ed eventi”.

Argomenti:

5

albergatori

cervia

denunce

partite

soggiorno

tassa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *