Paziente morta per intervento all’anca, condannato il chirurgo che la operò a Ravenna

RAVENNA. «Negligenza e imperizia». Queste le parole con le quali il sostituto procuratore Angela Scorza ha bollato l’operazione chirurgica all’anca costata la vita a una 71enne, pronunciate durante la requisitoria del processo nei confronti di F. C., noto chirurgo ortopedico accusato di omicidio colposo. Per il medico che nel 2014 eseguì l’intervento all’interno della casa di cura San Francesco, il giudice monocratico Cecilia Calandra si è pronunciato nel tardo pomeriggio di ieri con la condanna a 8 mesi.

Tutti i dettagli nell’articolo del Corriere Romagna in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui