Pagati gli arretrati a ex moglie e figlio: assolto a Ravenna Gabriele Muccino

RAVENNA. Erano sette anni che non si vedevano. Oggi si sono parlati a margine del processo innescato da una separazione travagliata, che vedeva il regista Gabriele Muccino accusato di aver versato solo parte dell’assegno mensile all’ex moglie ravennate Elena Majoni per il mantenimento del figlio ora 15enne. Non sono mancate le lacrime a sancire una tregua arrivata con anni di battaglie legali, ma soprattutto con il ritiro della querela sporta dalla 43enne e con la sentenza del giudice Roberta Bailetti, che ha ritenuto l’imputato non condannabile “per particolare tenuità del fatto”. Si tratta di una tipologia di assoluzione che, pur riconoscendo che in effetti il regista per quattro anni non pagò per intero i 2.600 al mese pattuiti in sede di separazione, ha appurato che dal 2017 Muccino ha ripreso a saldare gli arretrati.
Maggiori dettagli sul Corriere Romagna in edicola oggi. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui