Faenza, 20enne evade dai domiciliari per lavorare come cameriere

FAENZA. Evade dagli arresti domiciliari, ma viene arrestato dai carabinieri. Un ragazzo di 20 anni dai primi di novembre era stato sottoposto, dal Tribunale di Ravenna, agli arresti domiciliari. La misura prevedeva il controllo da parte dei carabinieri al domicilio stabilito. Durante uno di questi il 20enne però non era in casa. Dopo qualche ricerca i militari sono arrivati in un ristorante dove il ragazzo stava lavorando come cameriere. I carabinieri, dopo aver avvisato il Pm di turno, lo hanno arrestato per evasione. Il giudice ha convalidato l’arresto e ha condannato il ragazzo a 10 mesi, ricollocandolo nuovamente ai domiciliari.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui