Morta dopo scippo a Lugo, al via il processo in Corte d’assise

RAVENNA. Con l’audizione dei primi testi dell’accusa è iniziato stamane in Corte d’Assise il processo a carico di Hatem Yaakoubi, 25enne tunisino difeso dagli avvocati Pier Luigi e Francesco Barone, davanti alla giuria presieduta da Cecilia Calandra (a latere Antonella Guidomei) e al sostituto procuratore Angela Scorza. Il giovane è chiamato a rispondere di omicidio preterintenzionale per quanto accaduto nel settembre 2017 ad Alma Matulli, 78enne di Lugo scippata e fatta cadere a terra; la donna, ricoverata in gravi condizioni dopo aver battuto la testa, morì alcuni mesi dopo. Sentita in aula anche la badante presente al momento dell’aggressione. La figlia della vittima, assistita dall’avvocato Francesco De Angelis, si è costituita parte civile. Entro ottobre la sentenza.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui