Pneumatici, materiale edile e anche eternit, sequestrata “discarica” a Savio

RAVENNA. Le Fiamme Gialle della sezione operativa navale di Marina di Ravenna hanno sequestrato a Savio un’area aziendale in palese stato di degrado ambientale. Il servizio, spiega una nota, ha rappresentato l’epilogo di una preliminare attività investigativa effettuata anche tramite sopralluoghi e sorvoli aerei svolti con l’ausilio degli elicotteri in dotazione al reparto operativo aeronavale della Guardia di Finanza di Rimini, da cui il comando navale ravennate dipende. All’atto dell’accesso, i militari riscontravano la presenza di numerosi cumuli di rifiuti speciali e non, che venivano catalogati e classificati dal personale dell’Arpae intervenuto congiuntamente a personale dell’Asl. Nell’area sono stati trovati materiali edili di scarto, pneumatici, batterie di autoveicoli, guaine bituminose. Oltre all’ingente quantitativo dei descritti rifiuti, venivano rilevate circa 500 onduline di eternit accatastate in pessime condizioni ed abbandonate al suolo. L’attività si è conclusa con il sequestro dell’area aziendale di circa 5mila metri quadri e con la denuncia dei rappresentanti legali di due società per attività di gestione di rifiuti non autorizzata, a cui sarà imposto il regolare smaltimento del materiale ritrovato.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui