RAVENNA. Finestrini rotti, schegge di vetro un po’ ovunque e, in qualche caso, tracce di sangue all’interno dell’abitacolo. È il risultato del raid notturno contro le auto lasciate nel parcheggio scambiatore di Marina di Ravenna, avvenuto tra sabato e domenica, ai danni di numerose vetture lasciate parcheggiate all’altezza della fermata della navetta che fa la spola tra i lidi e gli stalli del parcheggio di via Trieste.

Danneggiate per pochi spicci

Almeno una ventina i veicoli che sono stati danneggiati. Numerosi i proprietari che, trovando l’auto senza finestrino, con frammenti di vetro sparsi su tutti i sedili, hanno deciso di lasciare l’auto dove stava e andare a casa. L’autore o gli autori della razzia hanno agito con molta probabilità nella tarda serata di sabato, quando ormai il traffico di auto nel parcheggio era assente. Così, indisturbati, hanno potuto darsi alla “caccia”, senza neppure preoccuparsi di scegliere i punti più nascosti del parcheggio. Molte delle auto danneggiate erano proprio a ridosso della fermata della navetta. I vandali non hanno fatto distinzioni: anche quelle al cui interno non avevano nulla sono state danneggiate.

Tracce di sangue

È possibile che durante il furto uno dei ladri si sia ferito, lasciando tracce di sangue all’interno di uno dei veicoli “visitati”. Sul posto è intervenuta la polizia di Stato e la Municipale, su segnalazione del personale di Start Romagna.

Argomenti:

auto

danneggiate

marina

parcheggio

ravenna

RAZZIA

vandali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *