FAENZA. I carabinieri di Faenza hanno denunciato due giovani rumene per una serie di furti con destrezza con la “tecnica dell’abbraccio” ai danni di persone anziane. In questo modo le due ladre hanno messo a segno all’inizio di giugno cinque colpi tra Faenza, Fognano e Solarolo. Ad agire una 22enne e una 23enne, ufficialmente senza fissa dimora ma più volte controllate dalle forze dell’ordine nel Nord Italia, che sfruttavano la solita scusa, gettarsi al collo degli anziani che incontrano per strada dopo averli avvicinati millantando una presunta vecchia amicizia oppure fingendo di chiedere informazioni. E in quel breve contatto facevano sparire oggetti d’oro, orologi di valore, portafogli o somme di denaro. Le due complici, tuttora ricercate, hanno colpito anche fuori provincia e probabilmente potrebbero tornare ad agire nel Faentino; per questo sono state avviate le procedure per ottenere a loro carico un divieto di ritorno nelle zone dove hanno commesso i reati.

Argomenti:

anziani

faenza

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *