RAVENNA. I rimpianti? Pochi. «L’unico piccolo rammarico dopo i tre anni e mezzo passati a Ravenna, è sulla percezione della sicurezza, nonostante l’impegno e la collaborazione delle forze dell’ordine siano state straordinarie». Il prefetto Francesco Russo ieri è stato salutato dai sindaci della provincia in una cerimonia di commiato. Dopo tre anni di servizio a Ravenna il rappresentante del governo lascia la città. In partenza per Salerno, cita come risultato più importante la direttiva del ministro dell’Interno Matteo Salvini, che ha menzionato proprio il capoluogo bizantino tra le best practice per la lotta all’abusivismo. 

Argomenti:

prefetto

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *