RAVENNA. Intervenuti su segnalazione dei vicini di casa per via del rumore notturno, i poliziotti delle Volanti hanno scoperto in centro un arsenale di armi clandestine, tra cui un kalashnikov e oltre 2mila munizioni. Un ritrovamento, quello avvenuto in appartamento in una traversa di via Fiume Montone Abbandonato, costato l’arresto a un pensionato 58enne alle prese con problemi psichiatrici tanto che in passato aveva subito un trattamento sanitario obbligatorio. Di fronte agli agenti l’uomo ha giustificato i decibel di troppo perché intento a fabbricare munizioni. E la perquisizione ha confermato che quanto diceva era vero visto che in casa era stato allestito un vero e proprio laboratorio artigianale. Ritrovate numerose armi, alcune con matricola abrasa. 

Argomenti:

ARMI

arresto

ARSENALE

casa

centro

GUERRA

PENSIONATO

polizia

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *