RAVENNA. Il Comune di Ravenna ha emesso una ordinanza sindacale di divieto di balneazione nel tratto di mare ricompreso tra i 500 metri a nord e a sud della foce del torrente Bevano. Il provvedimento si è reso necessario per motivi igienico-sanitari dopo che il campionamento delle acque da parte di Arpae-st ha evidenziato la presenza di elevate quantità di liquami di origine organica causate da uno sversamento accidentale. Il divieto è da ritenersi valido fino all’emissione di un nuovo rapporto di prova da parte di Arpae che attesti il rientro dei valori del parametro nei limiti previsti dalla legge.

Argomenti:

BALNEAZIONE

BEVANO

comune

divieto

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *