RAVENNA. Cinque imprenditori sono stati arrestati questa mattina dalla guardia di Finanza di Ravenna con l’accusa di bancarotta fraudolenta e autoriciclaggio. Stando all’inchiesta delle fiamme gialle avrebbero portato al dissesto finanziario una storica società ravennate operante nel campo alimentare con una sistematica opera di spoliazione di beni.

Ulteriori dettagli saranno forniti nel corso di una conferenza stampa alla quale parteciperà anche il procuratore capo di Ravenna Alessandro Mancini. 

Argomenti:

arresti

bancarotta

finanza

ravenna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *