Una comitiva di scialpinisti romagnoli facenti parte del gruppo Cai Pietramora è rimasta coinvolta nella tragedia in montagna avvenuta ieri in Valle D’Aosta. Una valanga caduta al Colle Chamolè, vicino a Pila, ha travolto il gruppo. Due le vittime, Roberto Bucci, 28enne faentino che lavorava come istruttore, e Carlo Dall’Osso, 52enne imolese il cui corpo è stato trascinato nel vicino lago Chamolè. Altri due feriti, tra cui un imolese di 42 anni e un marchigiano di Chiaravalle di 44, sono stati soccorsi dal 118 e ricoverati in ipotermia all’ospedale Parini di Aosta con prognosi comprese tra i 10 e i 20 giorni. L’incidente si è verificato poco prima di mezzogiorno a quota 2.700 metri. Stando a quanto si è appreso all’improvviso si è staccata una valanga con un fronte piuttosto ampio che ha investito il gruppo.

Argomenti:

faenza

imola

morti

valanga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *