Rubava denti d’oro dai morti per rivenderli: arrestato un necroforo

FAENZA. Secondo le accuse formulate dalla Procura di Ravenna, un 49enne originario di Imola in servizio da anni a Faenza nell’azienda a maggioranza pubblica Azimut avrebbe rubato denti d’oro, protesi e anelli dai defunti cremati per rivenderli a due compro-oro, posti sotto sequestro. Mentre nella sua abitazione nelle campagne fuori Faenza gli inquirenti hanno ritrovato fregi e motivi decorativi di bare e vasi cimiteriali. Materiale sul quale ora sono in corso accertamenti da parte degli investigatori. Il dipendente è stato arrestato con l’accusa di peculato e sottrazione di parti di cadavere. A indagare su di lui, che ora si trova in carcere a Ravenna, sono stati i carabinieri coordinati dal pubblico ministero Angela Scorza e del procuratore capo Alessandro Mancini. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui