Strade colabrodo, l’ira dei pendolari: «Caos evitabile, potevano informarci»

RAVENNA. Sono rimasti coinvolti in un enorme ingorgo. L’ombelico del grande caos è stato la famigerata rotonda su cui si intersecano l’Adriatica e la Ravegnana.

Tra le vittime dell’ingorgo c’è Alessandra che vive a Ravenna ma lavora a Forlì: «Oggi è stata un incubo – racconta a fine giornata -. Come ogni mattina mi stavo per immettere sull’Adriatica dalla rotonda dell’Esp; per fortuna prima di svoltare, dall’alto del ponte, ho visto che sull’Adriatica c’era un grande ingorgo. Così ho cambiato percorso. Quando finalmente sono riuscita a superare la grande rotonda sull’Adriatica e immettermi sulla Ravegnana, ho visto dalla parte opposta alla mia un’unica grande fila di auto provenienti da Forlì. Nonostante tutti i disagi che avevo passato, ho pensato che non fosse nulla rispetto a chi si trovava dall’altra parte». Alessandra non è stupita dal fatto che l’Adriatica sia stata chiusa: «In quel tratto l’asfalto è pessimo e anche nei giorni scorsi ho visto operai che mettevano pezze dove potevano; il maltempo ha inferto il colpo fatale. Chissà che voragini si sono aperte. Adesso però mi preoccupa anche la Ravegnana; nel pomeriggio si erano formate buche davvero poco rassicuranti».

Altra vittima della situazione è stata Gianfranco, che vive a Ravenna ma lavora ad Alfonsine. Ieri si è trovato di fronte il tratto chiuso di Adriatica: «Non capisco perché nessuno abbia avvisato dell’interruzione – dice -. Ormai gli strumenti per informare i cittadini ci sono; mi sono trovato con la strada sbarrata e ho dovuto inventare un percorso alternativo. Ho impiegato il doppio del tempo che di solito utilizzo per arrivare in ufficio. Ho percorso la Ravegnana in direzione Forlì e poi ho tagliato per San Marco e Villanova di Ravenna, arrivando a Piangipane e infine sulla Reale per Alfonsine. Per la prossima volta spero che, almeno su Internet, in qualche modo siano segnalate le modifiche al traffico». ro.art.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui