Scatta l’ordinanza: slot machine spente a mezzanotte

RAVENNA. A mezzanotte sale giochi chiuse e basta slot. Il sindaco di Ravenna, Fabrizio Matteucci incontra questore e responsabile del Sert e rilancia la propria crociata contro il gioco d’azzardo, sul quale aveva chiesto al governo una tassa una tantum al posto del prelievo mini-Imu. Il sindaco annuncia un’ordinanza ad hoc a breve. «Questa mattina – spiega Matteucci – ho incontrato in municipio il questore Mario Mondelli e il responsabile del Sert Giovanni Greco per affrontare il tema di come regolamentare gli orari d’apertura delle sale giochi e gli orari di funzionamento delle slot machine installate negli esercizi autorizzati». Ebbene, «dopo esserci confrontati tenendo conto della legge vigente e delle possibilità di manovra che consente ai Comuni, abbiamo convenuto di fissare dalle 10 alle 24 l’orario di apertura delle sale giochi autorizzate sul territorio comunale (tutti i giorni, festivi e compresi) e sempre dalle 10 a mezzanotte l’orario massimo di funzionamento delle slot machine», spiega il primo cittadino. La nuova disciplina comunale degli orari delle sale giochi e degli orari di funzionamento degli apparecchi per le vincite in denaro installati negli esercizi autorizzati «saranno il “cuore” di un’ordinanza che firmerò la prossima settimana», conclude il sindaco.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui