Erica “ambasciatrice” di Romagna

RAVENNA. I ragazzi dell’Accademia del Gusto la ospitano con un aperitivo a base di ingredienti del territorio a lei cari: cappelletti (scomposti), capesante e piadina. E lei, a ritirare il riconoscimento della Confcommercio che la elegge “ambasciatrice della tradizione culinaria romagnola”, si presenta con la naturalezza di sempre: la figlioletta al fianco e il sorriso stampato sul viso, badando a ricordare a tutti: «Avrò vinto Masterchef, ma resto una cuoca amatoriale: i consigli dovrebbero dargli gli altri a me».

Piccola e tosta, Erica Liverani, l’ormai ex fisioterapista di Conventello, a due settimane dalla consacrazione a migliore cuoca della tv, non è cambiata per nulla. Oggi a Milano presenta il suo libro (“A piccoli passi – la mia cucina stagionale”) e ha già in programma 31 tappe. «Racconto la mia storia e le mie radici: ho preparato e raccontato più di 120 ricette che sono divise per stagioni – dice – dove il segreto del gusto è cucinare ciò che la terra offre in quella stagione». D’altronde, delle sue origini, del suo attaccamento agli ingredienti della terra ha fatto la sua forza. Ed è proprio questo che la Confcommercio e l’Iscom Emilia-Romagna hanno voluto premiarla. «Porti in alto la nostra cucina – ha detto il presidente della Confcommercio Mauro Mambelli -. L’Accademia del Gusto medita un progetto di sviluppo e confidiamo sulla tua disponibilità».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui