Rubano le ruote dalle auto in sosta

RAVENNA. Parcheggiano l’auto sotto casa, di sera. E al risveglio se la ritrovano senza gomme né cerchioni e in bilico su una fila di mattoni. Due le auto depredate nella notte tra martedì e mercoledì, in due zone della città distanti tra loro: in entrambi i casi, le gomme erano nuove, segno che si trattava di furti su commissione e che i pezzi erano probabilmente destinati al mercato nero. A Ravenna, fatti simili non sono segnalati spesso alle forze dell’ordine, ma in provincia – spesso nel Faentino – i casi registrati sono diversi. E tra i residenti è allarme: molti quelli che chiedono ai tecnici specializzati di installare gli antifurti non solo sulle auto ma anche direttamente sulle ruote.

Due, dunque, le auto “azzoppate”: una su via Il Vignola, parcheggiata a due passi dalla Confesercenti, l’altra su via Frignani. «Io mi sono occupato della Lancia Ipsilon depredata su via Il Vignola – spiega Georges Lavatura, gommista di Fornace Zarattini -: quando siamo andati a recuperarla, siamo rimasti basiti. Era un lavoro fatto a regola d’arte: l’auto era appoggiata su alcuni piedistalli di mattoni e chi ha agito sapeva come muoversi, ma evidentemente la vettura era stata presa di mira». Il proprietario aveva infatti da poco cambiato le gomme alla propria Lancia e nelle settimane scorse era stato depredato anche dei tergicristalli nuovi. «Adesso monteremo sulla vettura dei bulloni antifurto, ma mi sa che è tardi», allarga le braccia il gommista di fiducia che stima il bottino sui 700 o 800 euro. L’altro caso registrato è quello su via Frignani, in zona San Biagio: la notizia, con tanto di foto, ha fatto il giro dei social e delle chat “antifurto” attive ormai in mezza città, sollevando l’ira dei residenti. «Ormai dovremo guardarci a vista anche le auto posteggiate sotto casa – allargano le braccia -: non abbiamo più nulla al sicuro». E comunque, la sensazione pare quella giusta: tra furti di gomme e razzie nelle auto vandalizzate, il fenomeno è di certo in aumento. I due casi, nello specifico, sono stati segnalati alla polizia che ora si metterà alla ricerca di telecamere che puntassero sui luoghi dei due furti per cercare di identificare i responsabili che, di certo, hanno agito in squadra. (p.c.)

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui