Primarie, gli imolesi scelgono Zingaretti 6.982 i votanti

IMOLA. E’ Nicola Zingaretti il candidato alla segreteria del Pd nazionale ad aver conquistato la maggioranza dei consensi tra gli imolesi recatisi ieri al voto in occasione delle primarie 2019. Zingaretti ha ricevuto 4.905 voti (71% del totale), rispetto alle 1.202 preferenze (17%) conteggiate per Maurizio Martina e agli 815 consensi (11%) fatti invece registrare da Roberto Giachetti.

L’affluenza

Per quanto riguarda l’affluenza ai seggi, chiusisi alle 20 di ieri sera, il dato finale si è attestato sui 6.982 votanti, valutato molto positivamente (l’obiettivo a livello locale era stato fissato a quota 5.000), pur essendo in calo rispetto ai 9.000 votanti registrato due anni fa, quando Matteo Renzi riuscì a raggranellare oltre il 73% dei consensi. A mezzogiorno si erano presentati alle urne in 3.565, mentre alla stessa ora nel 2017 erano stati 4.280. Alle 17 di ieri il conteggio parlava di 5.896 presenze ai seggi contro i 6.971 di due anni fa.

La vitalità del Pd

«La grande partecipazione alle primarie, anche nel nostro territorio, è un successo che dà forza al Pd per costruire l’alternativa – commenta Marco Panieri, segretario della federazione territoriale di Imola –. La partecipazione a Imola e in tutto il circondario dimostra la nostra vitalità e la nostra forza. Il risultato conferma che il Pd è in campo per costruire un’alternativa ai populisti e alla destra. E’ la migliore risposta anche in vista delle prossime elezioni amministrative ed europee. Ora al lavoro tutti insieme e un grande in bocca al lupo da tutta la federazione imolese al nuovo segretario Nicola Zingaretti. Ringrazio con grandissimo affetto e riconoscenza tutti i volontari, oltre 150 impegnati nel nostro territorio per garantire il voto nei 34 seggi: sono la nostra forza. Un ringraziamento altrettanto sentito a tutti gli elettori e le elettrici che così numerosi si sono recati a votare».

In diversi seggi si sono registrate code ma le operazioni di voto si sono svolte regolarmente. Trentaquattro erano i seggi allestiti (tredici a Imola, cinque a Castel San Pietro, quattro a Medicina, tre a Borgo Tossignano e a Casalfiumanese, due a Mordano, uno a Castel del Rio, Fontanelice, Dozza e Castel Guelfo).

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui