IMOLA. Dopo Ina Dhimgjini nella sua Livorno, anche l’altro ex assessore della Giunta Sangiorgi, Ezio Roi, continua il proprio percorso politico lontano da Imola, con la candidatura a primo cittadino di Ferrara per la lista “Laboratorio civico”. Non si tratta di una fuoriuscita dal Movimento 5 stelle, nonostante le critiche che l’ex assessore ha rivolto in più di un’occasione alle decisioni e all’operato dell’Amministrazione di cui è stato componente fino all’inizio di dicembre. E lo dimostra il fatto che la lista si sia già mossa per richiedere la certificazione da parte dei vertici nazionali.

Nel frattempo, però, il primo incontro di Roi con la cittadinanza estense per la presentazione ufficiale della candidatura è già stato fissato per giovedì 7 marzo. Le strade dell’ex assessore e di Ferrara si sono incrociate in occasione delle elezioni politiche del 2018, quando il Movimento 5 stelle lo ha candidato al Senato della Repubblica nel collegio uninominale Emilia-Romagna 03, che univa Imola e otto comuni del circondario (non Castel San Pietro e Medicina) alla città estense.

Roi era arrivato terzo, con 90.944 preferenze, pari al 26,61%, dietro ad Alberto Balboni, sostenuto dalla coalizione di centrodestra ed eletto, e a Sandra Zampa, candidata della coalizione di centrosinistra. All’inizio di ottobre, poi, il capogruppo del Movimento 5 stelle in Consiglio comunale a Bologna Massimo Bugani aveva accennato all’assessore come a un possibile candidato alle elezioni regionali. «Il suo operato come assessore alla Sicurezza è da dimenticare», commenta Simone Carapia, capogruppo della Lega. «Non ha partecipato alla cerimonia di insediamento della Giunta e per circa un mese non si è fatto vedere nel Palazzo comunale. Nessuna traccia positiva e dopo pochi mesi decide di dimettersi. In città nessuno si strappa le vesti e finisce nel dimenticatoio. Ma le persone fortunate non demordono e in pochissimi mesi risorge». E conclude con un ironico «Auguri!».

Argomenti:

candidato

dopo

ferrara

imola

Livorno

roi

sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *