Al Baccanale a Imola, il latte tra storia e cultura raccontato da Massimo Montanari

IMOLA. Fra i protagonisti del Baccanale ci sarà, come da tradizione, Massimo Montanari, docente di storia medievale e di storia dell’alimentazione dell’università del capoluogo, ma soprattutto collaboratore storico della manifestazione.

«Il latte è l’unica bevanda, oltre all’acqua, non costruita dall’uomo ma disponibile in natura», osserva Montanari, nel suo messaggio sul magazine del Baccanale. «Per questo, il latte è sempre stato percepito come “naturale” e in quanto tale contrapposto alle invenzioni “culturali”».

E oggi «perfino bere latte è un gesto profondamente culturale, frutto dell’abitudine e della storia», aggiunge il professore, «non della genetica, che di per sé non prevede il consumo di questo elemento da parte degli adulti».

Molti i legami – anche particolari – con il latte che gli incontri a cui prenderà parte andranno ad approfondire.

Gli appuntamenti

La prima occasione sarà “Al cinema col latte, ma non solo…” alla biblioteca, venerdì 9, alle 18, per l’evento a tema proposto e curato dalla delegazione di Imola dell’Accademia italiana della cucina in cui Montanari dialogherà con il professore emerito dell’Università degli studi di Parma e presidente onorario dell’Accademia italiana della cucina Giovanni Ballarini.

Sarà poi la volta di “Viaggio intorno al latte” al Museo di San Domenico, venerdì 16, alle 18 Un’esplorazione sugli usi e sui valori culturali del latte, un alimento “buono da pensare”, simbolo e sostanza di relazioni tra natura e cultura, tra uomini e società, tra il locale e il globale, a fianco dell’antropologo Riccardo Ciavolella.

Spazio poi a “Latte e formaggio nell’arte medievale e moderna” al Museo di San Domenico, il giorno successivo, alle 18. Una storia visiva affascinante dal XIV secolo alla contemporaneità, dalle scene di mungitura e consumo nelle miniature dei tacuina sanitatis alle nature morte provenienti da particolati aree produttive, assieme al collega dell’Alma Mater Fabrizio Lollini.

Ancora, “Latte e linguaggio” alla biblioteca, domenica 18, alle 18, con il poeta e critico letterario Luigi Ballerini.

Infine, la presentazione del libro “Che mondo sarebbe-Pubblicità del cibo e modelli sociali”, di Cinzia Scaffidi, alla biblioteca, sabato 24, alle 18.

Garganello d’oro

Montanari parteciperà alla consegna del Garganello d’oro per la promozione della cultura del cibo al conduttore televisivo e giornalista Patrizio Roversi, l’appuntamento di chiusura del Baccanale in calendario domenica 25 novembre alle 18 alla Biblioteca comunale.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui