Casalfiumanese, uccide una volpe senza licenza: bracconiere denunciato

CASALFIUMANESE. Uccide una volpe senza essere autorizzato, ma viene individuato e denunciato.

Il corpo senza vita di un esemplare di volpe adulta è stato ritrovato, rinchiuso in una gabbia di metallo, vicino all’alveo del torrente Sillaro dalla Polizia provinciale della Città metropolitana di Bologna. A segnalarlo è stata una cittadina bolognese che si trovava a passeggio con il suo cane in località San Martino di Pedriolo.

Dalle indagini – curate dagli agenti della Zona 6 di Imola – è emersa l’irregolarità dell’azione. L’autore del gesto è stato identificato e denunciato alla Procura della Repubblica di Bologna per “attività svolta in mancanza di qualsiasi autorizzazione o titolo abilitativo e in sfregio alle più elementari norme di gestione e di rispetto per gli animali”.

La volpe è una specie soggetta ad azioni di controllo – previste dai piani di gestione della fauna selvatica – con l’obiettivo di ridurre i danni causati agli allevamenti di animali da cortile. Il controllo numerico degli esemplari può essere esercitato esclusivamente da persone autorizzate e a condizioni ben precise, seguendo scrupolosamente la normativa prevista.

«Anche questa vicenda – dichiara Raffaele Persiano, consigliere metropolitano con delega alla Polizia provinciale – conferma come, per garantire una migliore gestione delle attività di vigilanza e controllo su un territorio logisticamente complesso da presidiare, sia fondamentale la collaborazione dei cittadini con le autorità».

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui