Terrorismo, espulso marocchino residente a Imola

IMOLA. Con un provvedimento di espulsione eseguito giovedì scorso è stato rimpatriato un marocchino di 41 anni, Khalid Smina, residente a Imola, titolare di permesso di soggiorno, in quanto dagli accertamenti sarebbe emerso che «aveva aderito a una pratica integralista della religione con una vocazione al terrorismo». A renderlo noto è stato questa mattina il ministro dell’Interno, Angelino Alfano. «Il marocchino – ha spiegato il ministro, come riportato dalle agenzie di stampa – faceva parte della rete di Jarraya Khalil», quest’ultimo un tunisino residente a Faenza arrestato nel 2008 dalla Digos di Bologna per associazione con finalità di terrorismo, condannato nel 2010, recentemente scarcerato e rimpatriato.

 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui