FORLÌ. Il sogno di andare a vivere e lavorare all’estero infranto da una truffa messa in scena non da delinquenti qualunque, ma da persone che ritenevano amiche. Marito e moglie forlivesi avevano venduto tutto quello che avevano, macchina, azienda, disdetto l’affitto della casa, tolto le figlie dalla scuola per rifarsi una vita in Canada, insieme a una coppia di amici, ma arrivati all’aeroporto Malpensa di Milano hanno scoperto che sul volo per l’America del Nord posto per loro non c’era, nessun biglietto prenotato a loro nome nonostante il pagamento di 1.600 euro. Le scuse dei “presunti” amici non hanno fatto altro che fare crescere in loro la convinzione di essere stati truffati.

L’articolo completo nell’edizione di oggi del Corriere Romagna 

Argomenti:

AMICI

canada

processo

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *