Ravenna, vuole portare via il figlio: scappa in auto e investe la nonna

RAVENNA. Voleva portarsi via il figlio di pochi anni in auto, la madre e la nonna materna si sono però opposte, facendo come da scudo umano. Lui, però, non si è fermato e andando via con la sua vettura ha investito la “suocera” ora ricoverata in ospedale.

Una vicenda drammatica quella che ieri sera, verso le 20.30, ha stravolta la tranquillità domenicale del borgo San Rocco. Fino a tarda notte i carabinieri si sono messi sulle tracce del presunto autore di un gesto avvenuto sotto gli occhi di diversi testimoni in via Bastione, in una palazzina a tre piani che si trova a pochi passi dall’omonimo pub.

Qui si è presentato il padre del bambino; un uomo di nazionalità polacca da anni residente a Ravenna con la famiglia. In quel momento la compagna e il figlio stavano cenando a casa della madre della donna in compagnia di uno zio del piccolo. Stando ad alcune testimonianze l’uomo sembrava fortemente alterato dall’alcol. Dopo pochi istanti avrebbe preteso di portare con sé il piccolo. Una richiesta alla quale si sarebbero opposte sia la madre che la nonna. Da qui sarebbe nata un’accesa discussione. Una lite familiare come tante se non fosse che l’uomo – stando a quanto finora trapelato (ma ovviamente non è stato ancora possibile sentire la sua versione dei fatti) – avrebbe preteso di portare via con la forza il bambino. Una volta in strada avrebbe poi cercato di metterlo nell’auto e di scappare via. Ma la “suocera” si è opposta finendo poi travolta dall’auto in fuga. Il bambino è stato poi preso e portato al sicuro dalla madre. L’uomo ha invece proseguito la sua corsa senza aspettare l’arrivo dell’ambulanza e tanto meno delle forze dell’ordine, mentre la donna è stata portata in ospedale a sirene spiegate dal 118. Saranno ora le indagini dei carabinieri a stabilire se abbia voluto o meno investire volontariamente la donna. Al momento di andare in stampa l’uomo non era ancora stato fermato dai carabinieri.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui