Strategie contro i puntuali ritardi

Sul Corriere Romagna dello scorso 6 marzo Roberto Masini lamenta il dilagante “ritardismo” odierno, ovvero arrivare agli appuntamenti con un quarto d’ora di ritardo. Ormai, dice Masini, il quarto d’ora accademico è la regola dappertutto. Vediamo 10 strategie per risolvere il fastidioso problema.

1. Guardare facebook, twitter e instagram compulsivamente;

2. Se si è un luogo appartato guardare youporn;

3. Se si è in un luogo con molta gente guardare yourporn (vale per i puntuali perversi);

4. Portare sempre con sé un libro e leggerlo: fingiamo che quei 15 minuti siano un’oasi di pace nella giornata lavorativa;

5. Scaricarsi un’app per la meditazione digitale (nella app Headspace ci sono sessioni da 15 minuti);

6. Chiamare qualcuno che sappiamo essere logorroico per fare poi aspettare il ritardatario finché non finiamo la telefonata (se non puoi batterli unisciti a loro, o, detta omeopaticamente: combattiamo il simile con il simile)

7. Fare prevenzione dell’Alzheimer calcolando il tempo che in un anno ci fanno perdere i ritardatari;

8. Leggere il New York Times o Wired in inglese così ci sentiamo fighi;

9. Bersi un caffè così poi quando arriva il ritardatario siamo ancora più nervosi e gliene diciamo quattro;

10. Rendere il quarto d’ora produttivo risolvendo problemi di lavoro (o scrivendo un articolo sui ritardatari).

(*) Docente di Sociologia Università di Bologna

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui