FORLI’. «Non via preoccupate, è in corso un esorcismo». Ecco la risposta delle monache Clarisse agli operatori delle forze dell’ordine presentatisi alla porta del monastero del Corpus Domini che si affaccia su piazza Ordelaffi, dove si trova anche la Prefettura.

L’allarme

La segnalazione, particolarmente preoccupata, era arrivata da un passante che, poco dopo le 19.30 di giovedì sera mentre stava transitando a piedi in via Maroncelli, aveva sentito distintamente delle grida provenire dalla chiesa del Corpus Domini, inserita nel complesso dell’omonimo monastero, lanciando subito l’allarme. La porta del luogo di culto era chiusa ed è stato necessario suonare per farsi aprire e chiedere chiarimenti sulla vicenda, puntualmente arrivati con la segnalazione del rito religioso che era in corso.

L’esperto

Anche se non è stato possibile sapere se fosse presente l’altra sera, nell’ambito diocesano opera dal 2016 un esorcista riconosciuto e autorizzato a questo tipo di procedure per contrastare presenze diaboliche certificate. Si tratta di Padre Marco Causarano, appartenente all’ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi, meglio conosciuti come Camilliani. Nato il 15 luglio 1966 a Ragusa, in Sicilia, e ordinato sacerdote nel 2006, ha preso servizio nel settembre di tre anni fa per colmare il grande vuoto lasciato dalla partenza dal santuario di Montepaolo, sopra Dovadola, dal frate minore francescano padre Contardo Montemaggi, trasferito a Piacenza due anni prima.

Argomenti:

Forlì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *