Giulia Sarti si è dimessa da presidente della Commissione giustizia

RIMINI. Giulia Sarti si è autosospesa dal Movimento cinque stelle e ha presentato le dimissioni da presidente della Commissione giustizia della Camera dei deputati. “A seguito delle notizie riportate sulla stampa in merito alla richiesta di archiviazione per la querela da me sporta nei confronti di Andrea Tibusche Bogdan, annuncio le mie dimissioni da presidente della Commissione giustizia della Camera e, a tutela del M5s, mi autosospendo”. Così, in una nota diffusa dall’Ansa, Giulia Sarti ha annunciato che per la seconda volta in meno di un anno si è autosospesa dal partito per il caso rimborsopoli. Giulia Sarti ha poi aggiunto che “né Ilaria Loquenzi né Rocco Casalino mi hanno spinto a denunciare nessuno, ma si sono limitati a starmi vicino nell’affrontare una situazione personale e delicata”.

Le dimissioni della riminese arrivano dopo che la procura della Repubblica di Rimini ha chiesto l’archiviazione del suo ex fidanzato, 32enne consulente informatico di origini romene, che era stato denunciato proprio da Giulia Sarti per il caso dei bonifici a favore del Microcredito che venivano revocati. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui