CESENA. Mercoledì mattina i Carabinieri del Nucleo investigativo provinciale hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere per un 55enne italiano e per un 32enne di origini albanesi, sottoposto agli arresti domiciliari, entrambi indagati per porto e detenzione abusiva di armi e munizioni. Si tratta dell’epilogo delle indagini che presero il via nel maggio scorso quando il 55enne si ferì accidentalmente al fianco maneggiando una pistola calibro 22 illegalmente detenuta e mai più ritrovata, nel piazzale antistante l’azienda agricola tra Borghi e Sogliano dove lavorava. L’attività investigativa ha permesso di rinvenire munizioni e una seconda arma clandestina, un fucile con silenziatore artigianale, nascosto dalla coppia nella vegetazione sempre sulle colline del Cesenate. 

Argomenti:

ARMI

arresto

Borghi

carabinieri

sogliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *