Crac del Ravenna calcio, condannato Gianni Fabbri

RAVENNA. Quattro anni di pena per Gianni Fabbri, due per il figlio Flavio e per l’ex presidente Antonio Ciriello. E’ quanto ha deciso il giudice al termine del processo per il fallimento del Ravenna calcio. Per i tre imputati le accuse rimandano agli anni in cui la società giallorossa oscillava tra le serie B e C. In quel periodo, secondo l’indagine coordinata dalla Guardia di Finanza di Ravenna, i vertici societari furono impegnati in un’operazione finalizzata a fare figurare in attivo un bilancio che in realtà era in rosso. Secondo l’ipotesi accusatoria vennero architettate sponsorizzazioni fittizie, rimaste solo sulla carta, che coinvolgevano importanti società che in quegli anni operavano nel territorio ravennate. 

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui