Pit bull aggredì due cani e un uomo a Forlì: proprietario a processo

FORLÌ. Il suo cane pit bull aveva scavalcato la cancellata del cortile e aveva aggredito altri due cani e il loro accompagnatore, provocando a tutti e tre gravi ferite. Ora lui, proprietario dell’animale, è a processo per lesioni colpose. La prima udienza è servita perchè l’aggredito, dipendente di banca cinquantenne, difeso dall’avvocato Giovanni Principato, si costituisse parte civile. Nei guai è finito un 40enne.

La storia

Nel dicembre 2017 il suo pit bull aveva ferito gravemente un Golden Retriever e un bastardino che avevano avuto la sfortuna di passare davanti alla villa dove il cane era tenuto in cortile: l’animale era riuscito a saltare la cancellata e ad assalire le povere bestiole. Al bastardino addentò una zampa, l’altro cane venne azzannato alla testa. E non venne risparmiato neanche il proprietario dei quadrupedi che per difendere i suoi cani venne ferito al volto e alle braccia senza poter far nulla contro la furia del pit bull. Dovettero intervenire almeno dieci persone per staccare l’assalitore dalle sue vittime, tutte sottoposte a cure mediche.

L’udienza

I due cani finirono sotto le mani dei veterinari che dovettero ricucire con diversi punti di sutura le gravi ferite riportate nell’aggressione. Ma anche il cinquantenne aveva avuto bisogno di andare in ospedale per essere medicato. Da qui la denuncia alla Polizia, giunta sul posto dopo l’episodio, avvenuto in centro città. Lesioni colpose l’ipotesi di reato a carico del 40enne proprietario del pit bull, che al momento del fatto non era presente in casa. Il processo è stato aggiornato ad aprile quando verranno sentiti i primi testimoni, coloro che intervennero in quella giornata di dicembre per provare a bloccare la furia del pit bull. L’uomo ferito chiederà anche un risarcimento del danno. Il pit bull, in regola con le vaccinazioni, venne poi restituito all’imputato che ora si trova a doversi difendere in un’aula di Tribunale, davanti al giudice monocratico.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui