Foto nuda su Facebook a soli 11 anni: 29enne a processo a Ravenna

RAVENNA. Conversazioni spinte e foto osé nelle quali ben poco veniva lasciato all’immaginazione. Circa 430 i profili Facebook coinvolti, tutti interessati a scambiare conversazioni e immagini sexy con un solo profilo: quello di una bambina di 11 anni appena. A fare approdare il tutto sui tavoli della Procura per i minorenni del tribunale di Bologna – che per competenza ha attivato le indagini della Dda – è stata la denuncia presentata dai genitori della giovane, residente nel ravennate. Alla fine, cercando di risalire alle identità degli utenti gli investigatori hanno rintracciato almeno una ventina di altri minorenni la cui posizione è stata trattata nell’apposita sezione del tribunale felsineo, e decine di profili falsi. L’unico maggiorenne individuato, un ragazzo originario del Sud America ma residente a Verona e all’epoca dei fatti 23enne (ora 29enne), è finito invece a processo a Ravenna. L’accusa nei suoi confronti è di aver cercato di adescare la bambina, in base quanto contestato dallo specifico comma dell’articolo 609 del codice penale, “allo scopo di commettere reati di violenza sessuale o comunque in materia di pedopornografia”.

Tutti i dettagli nel Corriere Romagna in edicola.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui