FAENZA. Un 40enne di origine marocchina è morto la scorsa notte in ospedale dove era star ricoverato a causa di una intossicazione da monossido di carbonio, avvenuta all’interno del suo appartamento di via Achille Farina, una traversa di via Filanda Vecchia. Altri due uomini, che hanno cercato di soccorrerlo, sono stari ricoverati al centro iperbarico di Ravenna dove sono stati poi sottoposti all’ossigeno terapia.  L’allarme è scattato dopo le 20 quando un coinquilino della vittima, rientrato a casa, ha trovato il compagno di appartamento agonizzante nel bagno. Poco dopo è intervenuto anche un altro immigrato, che ha cercato di praticare una manovra di rianimazione nell’attesa dei soccorsi. Anche lui è rimasto intossicato. L’ambienta era saturo di monossido, sprigionato probabilmente da un braciere che era stato acceso per riscaldare l’ambiente. Nella casa, oltre agli infermieri e al medico del 118 sono intervenuti anche i vigili del fuoco e la polizia.  

Argomenti:

faenza

intossicati

morto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *