RUSSI. Armati di cartelli e canticchiando una parodia di “Bella ciao” i pendolari e diversi residenti della frazione di Godo si sono presentati ieri mattina alle 9.45 alla locale stazione per mettere in atto la loro protesta pacifica contro il cambio degli orari e la soppressione dei treni. E rivolti all’assessore regionale cantavano: «Treno ciao, treno ciao, Donini deve darci la stazion!».
Mamme, giovani, anziani e anche bambini sul passeggino hanno partecipato all’iniziativa per reclamare il proprio diritto ad avere una stazione che funzioni, come è sempre stato fino ad oggi, non un binario “di passaggio” per treni più veloci che qui non fermano quasi mai. Insieme a loro anche il sindaco di Russi Sergio Retini. 

Argomenti:

pendolari

stazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *