Ucciso con due colpi di pistola: c’è un fermo

RIMINI. Contrariamente a quanto hanno fatto trapelare ieri gli inquirenti della Questura di Rimini, Makha Niang sarebbe stato ucciso con due colpi di pistola, uno alla testa e uno alla gamba. I carabinieri hanno fermato un uomo, ritenuto il sospetto responsabile dell’assassinio. La vittima, un 26enne senegalese da tempo residente a Rimini, era stato trovato morto nella notte tra martedì e mercoledì lungo la “passeggiata” di via Coletti a San Giuliano. Un giallo che ora sarebbe stato risolto.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui