Bambini esclusi dal tempo pieno alle elementari: sale la protesta

BELLARIA IGEA MARINA. Circa 20 genitori, dei 50 che hanno chiesto a vario titolo il tempo pieno per i loro figli alle scuole primarie Ferrarin e Tre Ponti, hanno ottenuto risposta negativa. Sono per lo più genitori che lavorano full time entrambi, e impossibilitati ad affidare i figli ai nonni: o perché lontani, o perché troppo anziani. Secondo le assegnazioni fatte dovrebbero allontanarsi dal lavoro, oppure lasciare i figli soli a casa. Le lamentele sono diverse, e molti dubbi affollano le menti degli esclusi dal tempo pieno. Eppure tutti i genitori interessati avevano esposto i loro problemi, sia al Comune, che alla scuola. Gli esclusi hanno anche contattato il provveditorato, il quale ha consigliato di parlare con il preside, che però si è limitato a pubblicare sul sito scolastico che i posti saranno assegnati a estrazione il 26 febbraio prossimo. I genitori, increduli, si sono molto innervositi. Pare illogico destinare a una fredda estrazione a sorte la soluzione di questo tipo di problemi: dichiarano in coro. E si lamentano dell’inumana burocrazia, notoriamente sorda e cieca ai problemi delle persone. Era stato chiesto un incontro a breve con il preside, ma è intenzione dei genitori rivolgersi all’assessore competente Roberto Maggioli, come pure al sindaco Enzo Ceccarelli. I genitori lamentano che, come al solito, in Italia tutto ciò che è pubblico troppo spesso non sia in sintonia con le esigenze dei cittadini e, in questo caso, con quelle di bambini che non possono essere abbandonati a loro stessi. Si spera che una soluzione si trovi velocemente, soddisfacendo le esigenze di tutti. G.B.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui