RAVENNA. Omicidio nella notte nei pressi della cava Manzoni a Savio: una guardia giurata è stata freddata a colpi di arma da fuoco. Si tratta di Salvatore Chianese, un 42enne di origine campana (dove risiedeva a Trentola Ducenta in provincia di Caserta) che ora abitava a Ravenna nella frazione di Campiano, insieme alla moglie e al figlio. A dare l’allarme i colleghi della ditta di vigilanza, che non riuscivano a mettersi in contatto con lui. Preoccupati dal silenzio, hanno mandato sul posto un’altra squadra di vigilantes, che hanno trovato alla cava l’auto di servizio, e poco distante il corpo senza vita del collega. A indagare sul delitto i carabinieri del reparto operativo di Ravenna e quelli della compagnia di Cervia-Milano Marittima, coordinati dal pubblico ministero di turno, Daniele Barberini.

Argomenti:

arma

colleghi

omicidio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *