FORLÌ. Arrestato mentre scappava con la refurtiva e condannato a due anni di carcere. Un rumeno di 26 anni, Marton Radu, è stato fermato dopo un colpo al negozio Wind di corso della Repubblica.

Fondamentale per la cattura la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine. In pochi minuti, nonostante l’allarme scattato, il giovane aveva portato via telefoni cellulari, Ipad, Iphone, per un valore di circa 15mila euro, oltre ad aver fatto danni al negozio per altri 5mila euro. Intorno alle 2 dell’altra notte lo straniero ha preso di mira la rivendita Wind in corso della Repubblica. Con una mazza di 87 centimetri e dieci chili di peso ha colpito l’ingresso principale, provocando un buco dal quale è entrato nel negozio, nonostante il suono dell’allarme. All’interno ha utilizzato un martello più piccolo, di 26 centimetri, per rompere gli espositori con i prodotti in vendita, ma ha avuto anche il tempo di andare nel retro e prendere uno scatolone dove sono sistemati i pezzi di maggiore valore. Con il suo bottino di 15mila euro di prodotti tecnologici è scappato verso via Cignani. Intanto però al 113 erano arrivate ben due segnalazioni telefoniche. La prima di un residente che aveva sentito i colpi, la seconda di una donna che aveva visto l’uomo scappare. Con le sue indicazioni la Volante è arrivata fino al chiostro di San Mercuriale dove tra le piante ha trovato nascosto il rumeno con la refurtiva, destinata alla Romania. L’uomo, già noto per furti di questo genere, ieri è stato processato e condannato a due anni di carcere.

Argomenti:

arrestato

condannato

negozio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *