FORLI’. Smantellato dai carabinieri un gruppo criminale composto da italiani e cinesi che sfruttava giovani cinesi irregolari facendole prostituire in appartamenti e centri massaggi a Forlì e Cesena. Al vertice c’era una 52enne cinese che gestiva la pubblicazione degli annunci e i contatti con i clienti oltre ad occuparsi di vitto e alloggio delle ragazze che non uscivano mai. Il suo compagno, un 55enne forlivese, si occupava della raccolta del denaro mentre una terza donna, anche lei cinese, gestiva in prima persona un centro massaggi prostituendosi a sua volta. Ogni mese il volume di affari era di circa 20mil euro che poi venivano convertiti in yuan cinesi, versati su conti correnti ad Hong Kong rientrando poi in Italia  su conti di società regolarmente attive come aumenti di capitale sociale. Nell’ambito dell’operazione sono stati sequestrati due appartamenti e un centro olistico e denunciate altre quattro persone. 

Argomenti:

arresti

cinesi

Forlì

PROSTITUZIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *