FORLÌ. Code ai seggi a Forlì non ce ne sono state, men che meno si sono dovute stampare schede elettorali in sovrappiù, come è successo, stando alle cronache nazionali, in altre città italiane. Nei Comuni del circondario poi l’affluenza è stata inferiore a quella registrata dal Partito democratico in città.

Affluenza

Il dato comunque fino a fine giornata è stato positivo e costante. Alle 17 a Forlì avevano votato 3.528 persone, simpatizzanti, elettori, iscritti, a cui andavano aggiunti i 1.799 degli altri 14 comuni del circondario. Totale 5.327 persone. Alla chiusura delle urne tre ore dopo nei 35 seggi forlivesi avevano votato altri 1.600 potenziali elettori, il dato di affluenza finale era di 6.931 votanti, di cui 4.645 nel Comune di Forlì e 2.287 nei seggi degli altri Comuni del Forlivese. Un dato in calo rispetto al 2017, si parla infatti del 76% di quelli che votarono due anni fa in città e del 65% di quelli che votarono nel circondario.

Il risultato

Oltre quanto aveva comunque già ampiamente annunciato l’esito delle consultazioni nei circoli il mese scorso, il segretario preferito dai forlivesi è risultato essere Nicola Zingaretti, che ha distanziato nettamente gli altri due contendenti Roberto Giachetti e ancor di più Maurizio Martina. Zingaretti conquista a Forlì il 69% dei consenti, mentre Giachetti va molto peggio che alle consultazioni fermandosi al 19%, seguito da Martina che non supera il 12%.

Il commento

Valentina Ancarani segretaria territoriale del Partito democratico è soddisfatta: «È stata una giornata di grande festa e di straordinaria partecipazione. Questi risultati, sia sul territorio, che su scala nazionale, hanno superato di gran lunga le aspettative, confermando che il popolo democratico è più che mai vitale – afferma il segretario territoriale del Pd forlivese Valentina Ancarani –. Questo momento ci trasmette grande carica ed energia, per affrontare al meglio i prossimi appuntamenti elettorali, nonché per costruire un’efficace opposizione e alternativa al Governo gialloverde. Come sempre, il ringraziamento più grande va ai volontari che hanno reso possibile tutto questo». Ora che gli adempimenti congressuali dei democratici sono conclusi, tutta l’attenzione del partito fin qui di maggioranza a Forlì dovrà necessariamente concentrarsi sulla sfida per le amministrative imminenti.

Argomenti:

Forlì

Partito Democratico

Pd

primarie

zingaretti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *