FORLÌ. Fermato il vandalo che danneggiava la recinzione che delimita il perimetro dell’aeroporto di Forlì. Nelle prime ore di oggi i carabinieri di Ronco hanno arrestato in flagranza di reato per attentato alla sicurezza dei trasporti, resistenza a pubblico ufficiale, detenzione abusiva di armi e omessa custodia delle stesse un 69enne di origini pugliesi residente da anni in città. L’uomo è stato individuato in via Cerchia mentre apriva varchi nella recinzione del “Luigi Ridolfi”.

Nel corso dell’intervento, durante fasi dell’arresto, il 69enne opponeva resistenza ai militari operanti. La successiva perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire una pistola lanciarazzi marca mondial calibro 22, illegalmente detenuta e custodita. L’arma veniva sottoposta a sequestro e l’arrestato, al termine delle formalità di rito, veniva sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida e del successivo processo per direttissima. Stando a quanto ricostruito dai militari, inoltre, il 69enne è l’autore anche degli altri vandalismi commessi con il medesimo modus operandi nella stessa recinzione avvenuti il 25 e il 26 febbraio scorsi. Dopo la convalida, stamane all’uomo è stata applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari in attesa dell’udienza, rinviata all’8 marzo in seguito alla richiesta di termini a difesa avanzata dal suo difensore.

Argomenti:

aeroporto

arrestato

danneggia

Forlì

Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *