FORLÌ. Non solo nomi di personaggi famosi, ma anche risparmiatori che hanno investito i loro soldi in quello che sembrava un affare e che invece si è rivelata una truffa. Raggirati anche investitori della provincia di Forlì-Cesena, come conferma Milad Jubran Basir, presidente di Federconsumatori provinciale. «Sono 25 i risparmiatori che si sono rivolti alla Federconsumatori di Forlì-Cesena per denunciare la truffa dei diamanti e per essere tutelati dall’associazione dei consumatori – spiega –. Il taglio medio è di circa 20mila euro. In un momento in cui alcune banche erano a rischio di fallimento e molti risparmiatori vedevano svanire i propri averi a causa di spregiudicate operazioni di salvataggio, il rifugio negli investimenti in diamanti a molti è sembrata una buona strada, suggerita ed ampiamente garantita da parte di specialisti che, in presenza dei consulenti della propria banca, assicuravano un “investimento sicuro”. Peccato che gli stessi diamanti, oggi, hanno valori fortemente svalutati ed i cittadini non riescono neanche a venderli sul mercato. In aggiunta a tutto ciò qualche giorno fa abbiamo saputo del fallimento della Idb (International Diamond Business) la società proprietaria dei diamanti. Diversi cittadini stanno chiamando anche da noi per essere tutelati al meglio. A tale proposito informiamo tutti i cittadini-risparmiatori coinvolti in questa storia che entro l’8 marzo 2019 devono presentare una istanza di insinuazione al passivo. I tempi sono molto stretti, per maggiori informazioni e per essere meglio tutelati invitiamo tutti i nostri concittadini della provincia di Forlì Cesena a prendere contatti con la nostra associazione a Forlì (0543 371170 o 0543 453327) e Cesena (0547 642134)».

Argomenti:

diamanti

Forlì

raggirati

truffa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *