Violenza sessuale e pedopornografia, psicologo in carcere a Forlì

FORLÌ. Ha passato il Natale in cella perché raggiunto da un’ordinanza di carcerazione emessa dal Tribunale di Forlì. Deve scontare tre anni e due mesi per violenza sessuale e possesso di materiale pedopornografico. Uno psicologo 56enne è stato arrestato dalla Squadra Mobile. A denunciarlo. nel 2011, una sua paziente, che aveva raccontato di abusi mentre si trovava in una clinica forlivese. Tra casa e studi del professionista gli investigatori trovarono migliaia di file pedopornografici. I poliziotti hanno dovuto faticare per portarlo via, perché quando si sono presentati alla sua porta, la madre e la convivente dell’uomo hanno cercato di depistare gli agenti sul luogo dove fosse il medico, aggredendo poi i poliziotti per impedire l’arresto. Entrambe sono state denunciate. Lo psicologo, oggi 56enne, era finito nei guai sette anni fa, quando un’allora 32enne ragazza milanese lo aveva denunciato al Pronto soccorso del capoluogo lombardo, raccontando di abusi ripetuti subiti quando era ricoverata a Forlì, facendo il nome del medico che l’avrebbe violentata durante le sedute di psicoterapia, tra settembre e dicembre del 2010, anche se la denuncia era stata fatta mesi dopo. La Squadra Mobile sequestrò documenti nel suo studio, all’interno di una clinica privata di Forlì e nel suo ambulatorio dove esercita privatamente, portando via supporti elettronici, hard disk e altro materiale. Visionato dai periti, saltarono fuori filmati pedopornografici inquietanti con bambini piccolissimi. Ora è arrivato il momento di scontare la pena e così il medico, su disposizione del sostituto procuratore Francesca Rago, è stato prelevato e portato alla Rocca.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui