Santo Stefano nel segno della musica: tre tenori per il concerto a Forlì

FORLÌ. Ancora un Santo Stefano con la grande musica. Anche quest’anno il palazzetto dello sport Villa Romiti, in via Sapinia, ospiterà il “Concerto di Natale” organizzato dalla parrocchia Santa Maria del Voto, oratorio San Filippo Neri, quest’anno con la collaborazione del Comitato di quartiere Romiti. Un evento per la città di Forlì, giunto alla 19ª edizione quasi consecutiva (una sola è stata saltata), che vedrà esibirsi grandi nomi del panorama musicale lirico, affiancati da giovani talenti delle scuole “Masini” e “Mariotti”.

I protagonisti

Alle 16.30 del 26 dicembre saliranno sul palco i tenori Alessandro Goldoni, Alejandro Escobar e Domenico Menini, con un’esibizione anche del soprano Scilla Cristiano, che ha svolto anche il ruolo di consulente artistico della manifestazione. Con loro ci saranno Alex De Thomasis, della scuola musicale “Federico Mariotti”, e il quartetto sax dell’Istituto “Angelo Masini” composto da Lorenzo Briganti, Lorenzo Manzato, Sara Mancini e Alessandro Vio; inoltre l’Ensemble Terre Verdiane diretta dal maestro Stefano Giaroli.

Beneficenza

Uno spettacolo che lo scorso anno ha sfiorato le 1.500 presenze e che abbina la grande musica classica con la solidarietà, visto che, seppur l’ingresso sarà libero, verranno raccolti fondi a sostegno della missione in Venezuela di don Marcello Vandi “Bambini di strada” e in favore del reparto di Pediatria dell’ospedale “Morgagni Pierantoni” di Forlì.

Credibilità crescente

«La parola magica è stata amicizia – dice Walter Valmori, uno degli ideatori dell’iniziativa natalizia insieme a Nadia Fornasari –. Artisti che si fidano di noi e credono in questa manifestazione, che non ha un prezzo di ingresso, ma che servirà anche per donare in beneficenza le offerte raccolte. Sono 19 anni che ripetiamo l’appuntamento: all’inizio un concerto organizzato dalla parrocchia non aveva tanta attrattiva, ma con il tempo il credito è cresciuto. È sempre più difficile organizzarlo, sarebbe un peccato farlo morire».

I protagonisti

«Quest’anno abbiamo scelto di andare sulla falsa riga dei tre tenori – dice Scilla Cristiano – con Goldoni, Escobar e Menini. Saranno proposte arie d’opere famose, canzoni napoletane, musica d’operetta. Un concerto orecchiabile, ma che strizza l’occhio all’opera. Io stessa farò un brano e poi ci saranno i giovani delle scuole e l’Ensemble Terre Verdiane».

Impegno

Alla presentazione di ieri erano presenti anche il tenore Domenico Menini, il sindaco Davide Drei con gli assessori Raoul Mosconi e Sara Samorì e il presidente del consiglio comunale Paolo Ragazzini, che hanno portato la vicinanza e il ringraziamento dell’Amministrazione per gli organizzatori, oltre al coordinatore del comitato di quartiere Romiti Maurizio Naldi.

Commenti

Lascia un commento

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui