FORLI’. Ha preso il via oggi a Forlì il processo sui fatti dell’8 dicembre del 2017 in piazzetta della Misura. Imputati i sette militanti di Forza Nuova che cercarono di impedire agli antifascisti di bloccare l’accesso a un banchetto dell’estrema destra. Stamane il leader locale di Forza Nuova, Mirco Ottaviani, ha chiesto il patteggiamento a 6 mesi; l’udienza è stata aggiornata a febbraio. Nell’occasione si è costituito parte civile, attraverso l’avvocato Andrea Ronchi, Giovanni Cotugno, segretario della Fiom-Cgil, che in quella manifestazione rimase contuso e che ha annunciato di devolvere l’eventuale risarcimento al progetto Mediterranea Saving Humans, che con la nave italiana Mar Jonio è in navigazione per il monitoraggio e l’eventuale salvataggio dei migranti che cercano di raggiungere l’Europa via mare. Archiviato invece il procedimento nei confronti dei militanti antifascisti, inizialmente indagati per violenza privata e manifestazione non autorizzata.

Argomenti:

antifascisti

cgil

Forlì

forza nuova

partito

processo

scontri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *