FORLI’. A processo per violenza sessuale, un 49enne istruttore e titolare di scuole guida, è stato condannato dal gup di Forlì a due anni e otto mesi. Secondo l’accusa avrebbe costretto una 35enne originaria dell’Est Europa, sposata con un italiano, ad avere rapporti sessuali sotto il ricatto di mostrare al marito il filmato di un incontro precedente. I due si erano conosciuti nel 2012 quando lei si iscrisse per la patente e tra un’avance e un’altra lui le avrebbe inviato foto che lo ritraevano nudo e in atteggiamenti erotici. Al sesso a distanza sarebbero seguiti incontri di persona, ma anche rapporti imposti e giochi erotici violenti ripresi con telecamera, seguiti dai ricatti. Il processo è stato in abbreviato condizionato all’audizione della donna, assistita dall’avvocato Guido Magnisi. La Procura, tramite il sostituto procuratore Francesca Rago, aveva chiesto l’assoluzione per l’imputato, difeso dall’avvocato Fabrizio Briganti. Il giudice lo ha invece condannato, con sospensione perpetua dall’attività lavorativa. I fatti contestati risalgono a due anni fa. 

Argomenti:

condannato

filmati

Forlì

sesso

titolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *